Il centro

Il Centro TREC Alimentazione nasce con lo scopo di rispondere ad un bisogno di tutti coloro che non hanno trovato risposte concrete e risolutive alle loro problematiche di salute riguardo l’alimentazione.

Il nostro obiettivo è la presa in carico globale della persona, offrendo non solo un valido supporto, ma soprattutto strumenti concreti per raggiungere obiettivi di salute soddisfacenti e calibrati su misura per ogni necessità.

L’équipe multidisciplinare, composta da professionisti quali psicologi clinici, psicoterapeuti, medici specialisti in scienza dell’alimentazione e in pediatria nutrizionale, e fisioterapisti specializzati nella modifica dello stile di vita, segue l’approccio della evidence-based practice.

Facciamo affidamento su terapie e tecniche delle quali è stata scientificamente dimostrata l’efficacia, combinandole con programmi personalizzati (Personalized evidence-based medicine).

La evidence-based practice costituisce un approccio alla pratica clinica dove le decisioni risultano dall’integrazione tra l’esperienza del clinico e l’utilizzo coscienzioso e giudizioso delle migliori evidenze scientifiche disponibili, mediate dalle preferenze del paziente”; Dott. David Sackett, Harvard University Medical School

Principi teorici

Nel centro TREC Alimentazione seguiamo un approccio basato sulla Terapia Cognitivo Comportamentale (CBT) e sulla Terapia Razionale Emotivo Comportamentale (REBT) in associazione alla dietologia e nutrizione clinica. In particolare i protocolli della CBT per il trattamento dei disturbi alimentari, dell’obesità e di altre patologie croniche correlate con l’alimentazione, si sono dimostrati altamente efficaci nella risoluzione e nella gestione di tali problematiche.

I principali teorici dell’approccio cognitivo-comportamentale (Aaron T. Beck, Professore di psichiatria presso l’ Università della Pennsylvania e fondatore del Beck Institute) e di quello razionale emotivo comportamentale (Dott. Albert Ellis, fondatore dell’Albert Ellis Institute di New York), hanno indagato i tre principi del funzionamento psichico: i pensieri, le emozioni ed i comportamenti.

Questi autori hanno dimostrato quanto i pensieri che facciamo sugli eventi, sul mondo esterno e su noi stessi, condizionino quotidianamente il modo in cui ci sentiamo e comportiamo. Lavorare sui pensieri che ci causano un disagio psicofisico, è utile dunque a rendere più funzionali le emozioni ed i comportamenti disfunzionali. Per questo motivo, in realtà, ruolo primario viene dato alle emozioni, che non vengono categorizzate in positive o negative, ma piuttosto in funzionali e disfunzionali.

Questi principi trovano applicazioni cliniche in molte delle problematiche correlate all’alimentazione, non solo per la perdita ed il mantenimento del peso.

Le ricerche scientifiche più recenti infatti, condotte dai massimi esponenti internazionali nei disturbi dell’alimentazione e dell’obesità come  il Dott. Cristopher Fairburn, professore di psichiatria e responsabile del centro CREDO  di Oxford e come il Dott. Riccardo Dalle Grave, responsabile dell’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della casa di cura Villa Garda di Verona, hanno dimostrato come un approccio CBT basato sull’evidenza aiuti concretamente a raggiungere risultati ottimali e a mantenerli nel tempo.

Tali concetti, integrati con la scienza dell’alimentazione, contribuiscono al buon esito di un programma terapeutico per le problematiche dell’alimentazione e del peso.

La scienza dell’alimentazione è quella branca della medicina che studia la composizione e l’equilibrio degli alimenti in funzione terapeutica. I medici del centro possiedono un’esperienza ventennale nel campo della dietologia adulta e pediatrica utilizzando un approccio integrato con la CBT per massimizzare il cambiamento effettivo dello stile di vita.

Partendo dagli studi e dalle ricerche effettuate in questa direzione, abbiamo messo a punto programmi di trattamento strutturati per rispondere in modo efficace e concreto sia a tutte quelle problematiche che riguardano la sfera della perdita e mantenimento del peso, che a  quei disturbi e patologie correlate con l’alimentazione come le malattie autoimmuni (Diabete tipo 1 e Malattie infiammatorie croniche intestinali) e i disturbi del comportamento alimentare (Disturbo da Alimentazione Incontrollata e Bulimia Nervosa).

I nostri programmi per la perdita e il mantenimento del peso vanno oltre il concetto della prescrizione dietetica, che ad oggi non ha mostrato risultati efficaci soprattutto nel mantenimento del peso a lungo termine.