Patologie autoimmuni

Le Patologie Autoimmuni PA, sono quelle malattie caratterizzate da una reazione anomala del sistema immunitario che induce l’organismo ad attaccare i propri tessuti sani.

Tra le più conosciute PA ricordiamo la tiroide di Hashimoto, la malattia di Graves, l’artrite reumatoide, il lupus eritematoso sistemico, il morbo celiaco, il diabete mellito di tipo1, le Malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) come Morbo di Crohn e colite ulcerosa.

Tali patologie spesso prevedono un iter diagnostico prima e terapeutico poi, particolarmente stressante, tale da compromettere fortemente la routine quotidiana e le relazioni interpersonali dei soggetti interessati.

Il Diabete Mellito di Tipo1 (DMT1), detto anche insulino-dipendente, è causato dalla distruzione delle cellule B pancreatiche e quindi dall’ assenza di secrezione insulinica. Tale situazione patologica genera un quadro di iperglicemia.

Gli ultimi dati indicano come in Italia ci siano circa 3 milioni di persone con diagnosi di Diabete, comprese le forme genetiche e il Diabete Mellito di Tipo 2.

L’esordio solitamente avviene nell’infanzia o durante l’adolescenza e raramente in età adulta.

I fattori di rischio del DMT1 possono essere: parenti di primo grado con DMT1 o malattie autoimmuni e la presenza di altre  malattie autoimmuni (DMT1 spesso associato al morbo celiaco).

L’alimentazione quotidiana risulta dunque ricoprire un ruolo cruciale nella vita dei soggetti con DMT1, in quanto è indispensabile un’adeguata selezione degli alimenti per un corretto monitoraggio glicemico.

Tale patologia richiede, oltre ad una conoscenza del funzionamento della stessa, l’utilizzo di strategie di gestione dello stress associato ed una completa accettazione della propria condizione.

Non è raro che alcuni soggetti affetti da DMT1 omettano o riducano volontariamente la somministrazione di insulina con lo scopo di controllare il peso corporeo: tale situazione, definita con il termine DIABULIMIA, riguarda circa il 20% dei soggetti con DMT1.

La Diabulimia è talvolta associata ad altri disturbi della nutrizione e dell’alimentazione quali Binge Eating Disorder e Bulimia Nervosa.

Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI)

Le MICI sono patologie che comportano un’infiammazione dell’apparato digerente, nello specifico l’intestino con periodi sintomatici di malattia alternati a periodi quiescenti.

In Italia ad oggi sono circa 200.000 le persone affette da MICI, di cui il 40% affette dal Morbo di Crohn e il 60% da Colite Ulcerosa con un picco di incidenza tra i 20 ed i 30 anni, seppure il 20% presenti un esordio precoce (10-18 anni).

Come per il DMT1, l’accettazione di tale patologia nei soggetti risulta di fondamentale importanza per un miglior esito a lungo termine sul quadro psicofisico. Il paziente che riceve una diagnosi di MICI, così come per il DMT1, pur trovando ad oggi una valida presa in carico attraverso trattamenti farmacologici o chirurgici, presenta spesso difficoltà a riacquisire un buon livello di qualità della vita. Per alcuni soggetti le situazioni di distress sono tali da esacerbare i sintomi del disturbo, causando così una riacutizzazione del quadro patologico.

E la Sindrome da Colon Irritabile (IBD)? Questa patologia è molto diversa dalle MICI: infatti mentre in quest’ultime si osserva un’alterazione dell’anatomia intestinale, nella Sindrome da Colon Irritabile l’aspetto dell’intestino risulta inalterato e non presenta alcuna anomalia, collocando tale patologia nella maggior parte dei casi ad un quadro psicosomatico.